Come fare una copia del vostro Hard-disk in un ssd

 

Premetto che secondo alcune ultime interviste, pochi sanno cosa sia un SSD. No si tratta altro che di un disco solido che ha delle velocità supeiori al vecchio Hard-disk.

In questa guida spiegheremo come “clonare” interamente un Hard-disk su un SSD e quindi senza la necessità di rinstallre un nuovo windows e il vantaggio di avere una copia perfetta e del 30%/40% più veloce.

Il costo di un SSD varia a secondo della dimenzione e marca, ma con un costo medio di 60,00 potete puntare a un SSd medio e di marca.  La cosa importate che il nuovo vostro SSD deve essere di una capienza superiore dell’Hard-disk da clonare.

Bene iniziamo la clonazione.

Creiamo un’unità di ripristino da Windows 10; vi ricordo che la partizione deve essere uguale al quella del vecchio Hard-disk. Quindi se la partizione e di tipo MBR non posiamo clonare su una partizione GTP, ma deve essere la stessa, MBR.

Prima di proseguire con la clonazione del disco, bisogna sapere bene la differenza tra GPT e MBR. Le due tabelle di partizioni non sono compatibili tra loro, quindi se abbiamo installato Windows con una partizione MBR non potremo clonarla su un disco che presenta GPT e viceversa.

Collegare il vostro SSD, tramite cavo usb–>sata al vostro PC.

Procuratevi il programma AOMEI Backupper (programma di clonazione);

Consiglio: prima di iniziare la clonazione meglio effettuare una deframmentazione dell’Hard-disk.

Bene adesso apriamo il programma :

–> Selezionare la voce dal menu Clone.

–> selezioniamo le cose da clonare:

• Di clonare l’intero disco rigido (Disk Clone);

• Di clonare solo il sistema operativo (System Clone);

• Di clonare solo una o più partizioni (Partition Clone);

 

Passo successivo selezionare il disco da clonare e andare avanti.

Successivamente una schermata vi chiederà dove clonare il tutto.

Otterremo una schermata riassuntiva simile all’immagine in basso.

Se il disco di destinazione è un SSD, come nel nostro caso, dovete selezionare la voce in basso Align partition to optimize for SSD.

 

Dopo aver eseguito la migrazione su SSD è necessario inserire il CD di installazione di Windows e scegliere Ripristino all’avvio dalla schermata Opzioni avanzate per riparare con facilità il bootloader.

Appena l’operazione è terminata riavviamo il PC ed avviamolo dal disco SSD cambiando l’ordine di boot.

Formattare l’unità originale

Il sistema migrato si è avviato correttamente? Ora non ci resta che attendere qualche minuto (il tempo che Windows si adatti alla modifica installando eventuali driver aggiornati).

Consiglio: cancellare il vecchio disco.

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Web Master

Lascia un commento